Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | January 28, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Non è più tempo di panettoni?

Emanuele Bonati

Sbagliato. Il legame panettone-Natale è in buona parte un’idea commerciale – e una cosa buona dell’amministrazione Moratti è stata il tentativo di fare del panettone il dolce milanese tout court, disponibile tutto l’anno…

E in effetti col panettone si può anche cucinare: lo ha dimostrato la serata Panettun Night, organizzata da Carlo Vischi qualche settimana fa a The Hub Hotel a Milano, in collaborazione con Loison, produttore (peraltro veneto) di panettoni: una serie di utilizzi del panettone come ingrediente in ricette tutte diverse, originali e indovinate, a opera di Sandro Mesiti, Resident Chef di The Hub, e dello Chef ospite, Alberto Basso del Ristorante 3quarti di Grancona (Vicenza). Se mai ce ne fosse bisogno, ricordo anche che queste ricette sono state ispirate da quelle  proposte dallo chef stellato Fabrizio Ferrari nel ricettario Mille e un… panettone! curato per Trenta Editore da Barbara Carbone e Dario Loison (che – curiosamente – si chiama come il panettone…). Ma vediamo qualche piatto…

Rotolino di panettone con mascarpone e carne salata

Millefoglie di panettone e foie gras

Risi e latte con alici del Cantabrico, pomodori secchi e crostini di panettone classico Loison

Filetto di vitello in panure di panettone, patate dorate, uvetta e pistacchi

Rivisitazione del panettone in evoluzione 3.4

Ottimo…

Che poi a uno viene il sospetto che Loison avesse la casa piena di panettoni, e non sapendo più come sbolognarli, abbia deciso di riciclarli così… E invece no, a quanto pare il panettone soprattutto all’estero “tira” tutto l’anno, è un dolce molto conosciuto e molto richiesto.

E cionostante, Loison si è inventato un altro utilizzo del panettone: il panettone-merendina, imbustato in fette singole in un sacchettino tipo merendina. E non è un prodotto derivato dal riciclaggio affettatorio dell’invenduto: si tratta di fette progettate apposta, confezionate singolarmente. A chi ama il panettone, come me, non può sfuggire la meraviglia di questa idea: una merenda sana, buona. utilizzabile anche nei distributori automatici (ogni riferimento a quello presente nel mio ufficio è puramente casuale).



Non ho poi molto da dire sul panettone Loison – anzi, sui panettoni Loison: sono semplicemente buonissimi, le varie versioni (mandarino, amarena su tutte) mantengono e arricchiscono il gusto del panettone, siamo veramente a un ottimo livello di gusto morbidezza sapore profumo… e quindi – panettone tutto l’anno.

ps alla benevola attenzione del dottor Loison: se comunque caso mai nonvolesseilcieloche – ma chissà – qualora forse potesse adombrarsi l’ipotesi che un panettoncino venisse storto, non lievitasse, o il ripieno di coda alla vaccinara non piacesse, mi offro come riciclatore biodinamico ultraveloce ecosostenibile…

Emanuele Bonati

Submit a Comment