Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | May 27, 2024

Scroll to top

Top

Milano. Marzo con l’Alaska nel piatto

Milano. Marzo con l’Alaska nel piatto
Daniela Ferrando

Conoscete il salmone selvaggio, sì, no, più o meno. Ma il Black Cod (aka il pesce carbonaro dell’Alaska, che disgraziatamente spesso chiamano Black Code)? E l’ikura (uova rosse di salmone Sockeye)? Sono tutte e tre specialità del Pacifico, selvagge, naturali, ma anche addomesticate nei piatti di 9 ristoranti milanesi in questo mese di marzo.

Dove trovare l’Alaska nel piatto

pesci crostacei Alaska

Volendo approfittare di questa occasione ittica, ecco una veloce rassegna dei locali, in ordine alfabetico e dei piatti, uno per locale, dedicati ai pesci dell’Alaska. Dove possibile, sono presenti anche i prezzi.

Quasi tutti gli chef hanno previsto lavorazioni semplicissime – ma un paio di proposte sono un po’ più osée – adatte ad esaltare la ricchezza di questi prodotti di cui si vantano qualità, traccialibilità e pesca sostenibile.

Antica Osteria Cavallini: trancio di salmone selvaggio in salsa Gravlax e purè di patate (€ 26) by chef Samuel Boktor. Questo storico ristorante ha un giardino d’inverno, bello in qualsiasi stagione.

Al Fresco: carpaccio di salmone selvaggio marinato con fave novelle e salsa wasabi (€ 18) by chef Andrea Mangiaracina.

Finger’s Garden: black cod marinato in salsa d’arancia e miso (€ 28/18) by chef, Roberto Okabe, un vero maestro della cucina giapponese e dei suoi esiti fusion. La stessa ricetta, in carta anche al Finger’s A.R.T.S, nel foyer del Teatro Arcimboldi.

Ichikawa: un altro black cod marinato al saikyo miso by chef Harou. Si fa presto a dire “black cod marinato”. Interessante sarebbe provarli entrambi.

Il Liberty: doppio salmone selvaggio dolce amaro, con aceto balsamico, ikura, cima di rapa al peperoncino, zucca in agrodolce e alga nori, curiosi accostamenti by chef Andrea Provenzani.

La Manierina: Salmone rosso leggermente marinato e affumicato e cioccolato (€ 10). Accostamento ardito? Intrigante. Questo il bocconcino di chef Francesco Germani.

Tano Passano l’Olio: salmone selvaggio marinato alle bietole rosse, avocado e shiso disidratato, che lascia intuire colori su colori. E chissà quale olio a completare la ricetta di chef Tano Simonato.

The Fisher: tataki di salmone selvaggio, zucca arrosto e maionese al bergamotto – dimostrazione di una cucina di tradizione italiana dove ne confluiscono altre – nipponica, peruviana, spagnola.

Marzo non è finito! Prenotate

Le proposte sono varie, articolate nel formato e nel prezzo. Alcuni piatti sono degli amuse-bouche, altri degli antipasti, altri delle portate principali. Cosa vi ispira di più? Per prenotare, basta contattare direttamente i ristoranti ai relativi link indicati nel testo.

Daniela Ferrando