Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | November 17, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Milano, fine ottobre: weekendone ubiquo tra Golosaria e La Città della Pizza

Milano, fine ottobre: weekendone ubiquo tra Golosaria e La Città della Pizza
Daniela Ferrando

La data è calda, il meteo non si sa. Nell’ultimo weekend di ottobre Milano ospita due appuntamenti #foodcultural e fagocitanti: l’edizione #14 di Golosaria da sabato 26 a lunedì 28 e l’esordio milanese de La Città della Pizza tra sabato 26 e domenica 27. 

Entrambi sono ben serviti dai mezzi: a Golosaria, che ha per tema #ilcibochecicambia e si svolge in Fiera al MiCo, si arriva magnificamente con la linea lilla, fermata Portello.

Per la Città della Pizza, costruita come un villaggio con casette e forni, si va a Fabbrica Orobia (non lontano dalla Fondazione Prada), linea gialla e fermata Lodi più un tratto a piedi… o mezzi di superficie tout-court.

Il nostro suggerimento se non siete ubiqui? Crearvi una finta ubiquità e visitarli entrambi. Sfruttando anche il lunedì. Con alcune di queste accortezze…

Biglietti > l’ingresso a Golosaria costa €10 ma online costa €8 > acquistare online entro venerdì 25/10! Gli abbonamenti trenord pagano solo €7 (questo ticket d’ingresso comprende l’accesso all’area espositiva al Level 0, con accesso libero a show cooking, laboratori, eventi in Area Agorà, in Area Bambini e nell’area cucina di strada, fino ad esaurimento posti).

L’ingresso a La Città della Pizza è gratuito, i prezzi delle pizze, democratici, partono dai €5 per una pizza intera. A vostra disposizione,  31 pizzaioli, 7 case, 2 giorni e un centinaio di specialità da gustare (ah, e ci sono anche tutte le sfiziosità della cultura dell’antipasto), Consultate il programma di workshop e laboratori con i migliori pizzaioli e preparatevi ad avere le mani infarinate, ma attenzione, molti sono già sold-out!

Orari e traffico > Sfruttate anche gli orari fuori-pasto. Anzi, cercate di partecipare a qualche showcooking  o workshop in queste ore e andate per acquisti quando gli altri mangiano.

Assaggi > in modalità meno-calorie-più-gioia: condividete e moltiplicate! 

Acquisti > perché non pensare a regali di Natale enogastronomici? Più che una lista della spesa, fatevi una lista dei destinatari. Perché davvero non saprete che cosa troverete . A me ha colpito l’idea del vino perpetuo sul Panettone Fiasconaro o i popcorn biologici nell’area Dispensa del Benessere. Importante anche considerare che i produttori di olio vorranno presentare l’olio uovo; ma chissà quante altre combinazioni…

Bagagli > portate borse capaci. C’è chi si dota di trolley.

Nota critica finale… Prima di visitare un evento, ne studio con curiosità il layout. A piccole isole e percorsi rettilinei è Golosaria; a casette La Città della Pizza, quindi forse più dentro-e-fuori, come formichine. Idealmente ogni espositore dev’essere valorizzato e ogni visitatore deve poter accedere a tutto ciò che gli interessa. Farò anch’io la mia prova!

Per golosi approfondimenti >

Golosaria (scrutate bene il programma e la sezione espositori)

La Città della Pizza (fondamentali il menu e la pagina con i workshop e i laboratori)

 

Daniela Ferrando

[Immagini: uff. stampa Golosaria e la Città della Pizza; in copertina, una pizza di Matteo Aloe-Berberè alla conferenza stampa]

Submit a Comment