Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | June 22, 2024

Scroll to top

Top

Spirito Autoctono, la guida che ispira lo spiriturismo

Spirito Autoctono, la guida che ispira lo spiriturismo
Daniela Ferrando

Uniti nello spirito. Spirito alcolico autentico s’intende, ma soprattutto spirito di condivisione. Vale per gli autori e ovviamente per i produttori censiti nelle pagine di Spirito Autoctono 2023, la guida del Touring Club Italiano che raccoglie la produzione italiana e unisce nello stesso spirito anche i lettori.

Spirito Autoctono Francesco Bruno Fadda

Gli autori – nominatim Francesco Bruno Fadda, Lara De Luna, Paolo Campana, Federica Capobianco – hanno fatto di Spirito Autoctono un progetto vivo, che si accresce di anno in anno. E questo 2023 è il terzo, mentre sono già avviati i lavori per l’edizione 2024.

Questa non è solo una guida alla distillazione e alla liquoristica nazionale, un mondo vario e vivace, che sta molto maturando tra antiche e nuove produzioni di gin (sono tantissimi quelli che si affacciano sul mercato), vermouth, grappe, amari, bitter, liquori e ogni genere di distillati.

 

Spirito Autoctono è anche – anzi, ancor più – narrazione in 10 capitoli territoriali che ci fa conoscere aziende, luoghi, modi, persone, ingegni, ingegni, flore locali, geografie fisiche e culturali nell’eterno dialogo uomo-natura.

Spirito Autoctono cocktail Berta Tonic

E qui scatta il perché leggere questa guida che racconta, intrattiene, insegna e ispira.

 

Perché facendoci scoprire e/o riscoprire quello che entra nelle bottiglie e quindi nei bicchieri, da quelli dei riti incrollabili dall’aperitivo al dopo-pasto a quelli più fighi della mixology più contemporanea e più spinta -ricette per cocktail comprese – questo volume stimola ad andare a vedere che cosa si fa, dove lo si fa, come lo si fa. Sono oltre 500 le schede prodotto.

Perché questo andare a vedere ha un nome, ed è: spiriturismo, neologismo che può piacere o non piacere, ma che cattura efficacemente il concetto di turismo enogastronomico focalizzato nella nicchia del beverage, più che mai interessato alla “cultura italiana raccolta in gocce e calici.”

Buon viaggio!

Daniela Ferrando

Spirito Autoctono cocktail Spritz Scintilla

P.S. Tintinnano, nelle mie foto, i bicchieri dello Spritz Scintilla (qui sopra, con Lambrusco i.o Prosecco, signature drink del locale dove si è tenuta la presentazione milanese della guida organizzata dalle ragazze di Anam Communication creatrici delle degustazioni itineranti di EustachiORA) e dei due cocktail tratti dalla guida, Hedonist Sour (ricettario Officine Alkemiche, pagina 263 e qui foto di copertina) e Berta Tonic (ricettario Distilleria Berta, pagina 259).