Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | May 25, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Ecoforno per ecocucine…

Emanuele Bonati

Un alimento, un piatto, può essere bollito, fritto, soffritto, brasato, scottato, macerato, arrostito. Oppure? Oppure cotto sotto la cenere, o sulle braci o vicino al camino, o lasciato al sole – o lasciato cuocere a fuoco spento.

Il procedimento è semplice: si dà una prima cottura al piatto, all’alimento, dopo di che lo si mette in un ecoforno – una scatola cubica di feltro. Dopo qualche ora, lo si ritrova perfettamente cotto. Lo racconta, e lo spiega, Gabriella Zevi in un libretto appena uscito per le Edizioni Sì (80 pagine, 9,50€).

Inutile sottolineare i vantaggi (conservazione dei nutrienti, delle proprietà dei singoli alimenti, risparmio energetico), che vengono spiegati nel libro con molta chiarezza; e rimandiamo al libro anche per il racconto di come l’autrice sia arrivata a questa “scoperta” – attraverso l’osservazione, la sperimentazione, la ricerca di un metodo e di un materiale ideali, che sono stati trovati nel feltro. Il volume comprende anche alcune ricette di Ivana Carroli, e una serie di consigli pratici su come procedere.

Il libro verrà presentato lunedi 26 marzo 2012 alle ore 19.00 presso la Libreria Gastronomica Malafarina in via Cellini a Milano. In questa occasione sarà possibile anche acquistare l’ecoforno.

Emanuele Bonati

Submit a Comment