Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | July 2, 2022

Scroll to top

Top

5 Comments

Victoria’s Secrets

Emanuele Bonati

Irlanda 1973: Gingerbread

Era l’estate del ’73 quando mia mamma, appena maggiorenne, lasciò per la prima volta l’Italia per andare a studiare l’inglese in Irlanda, au pair presso le suore dell’ordine del Cenacolo, a Killiney, paesino incantato affacciato sul mare. Quando non era a scuola, aiutava l’anziana cuoca in cucina. Sister Patsy era uno chef fenomenale, con la passione soprattutto per i dolci. Famoso e ineguagliato il suo gingerbread, di cui la mamma mi parla ancora adesso – morbido e speziato al punto giusto.
Ma vediamo in cosa consiste questo dolce, così amato nei paesi anglosassoni.
Il gingerbread è un dolce speziato a base di zenzero, golden syrup (o melassa) e bicarbonato di sodio (al posto del lievito per dolci). Il suo colore scuro è proprio dovuto a questi ultimi due ingredienti.
La sua particolarità è di migliorare con il passare dei giorni, diventando via via sempre più “sticky“, appiccicoso e saporito. Per questo vi consiglio di lasciarlo riposare almeno 2 giorni.
Se poi volete gustarlo al meglio, fate come le suore del Cenacolo: spalmateci sopra un filo di burro leggermente salato. In Irlanda si usa il Kerrygold, noi accontentiamoci del Lurpack, accompagnandolo magari con una buona tazza di tè forte. Una vera delizia..

La ricetta che vi propongo oggi è la mia versione preferita perché contiene anche pezzetti di zenzero candito e un pizzico di pepe, il mio trucco per renderlo più speziato.
**************************

Gingerbread

Ingredienti

300g farina
1 cucchiaino di  bicarbonato di sodio
3 cucchiaini di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cannella
2 chiodi di garofano macinati
2 pizzichi di pepe
1 pizzico di sale
180g di burro
100g di zucchero di canna o Muscovado
200g di Golden Syrup o melassa (io la trovo da NaturaSì)
2 uova
180 ml di latte
80g di zenzero candito a cubetti
Procedimento
Preriscaldare il forno a 180°C.
Setacciare insieme farina, bicarbonato e spezie, tranne il pepe e i chiodi di garofano.
Far sciogliere il burro con lo zucchero e le spezie rimanenti e far intiepidire.
Aggiungere le uova e il latte mescolando bene e versare pian piano sulla farina. Mescolare accuratamente per eliminare eventuali grumi e infine aggiungere lo zenzero.
Versare il composto in una teglia quadrata di circa 22 cm e cuocere per 40-50 minuti.
Sfornare e dopo che la torta si è raffreddata completamente conservarla in una scatola di latta o avvolta in alluminio per almeno due giorni, mi raccomando! Non siate tentati di assaggiarla prima, ha bisogno di tempo per “maturare”.
Servitela con del burro salato e una buona tazza di tè.
Cheers!

Vittoria Bortolazzo

Gelato Giusto

Foto di Alessandro Iamone

Comments

  1. ..proverò a farla appena avrò reperito il golden syrup. chissà se riuscirò a resistere 2 giorni però…

  2. Giuliana

    Dovrò aspettare di tornare da Tonbridge, dove vive mia figlia, perchè mi sa che qui il golden syrup non si trova!!

  3. Giuliana

    Non avevo ancora letto la ricetta, che furbona. Natura si è vicino a casa mia!

  4. quindi… a che ora veniamo ad assaggiarla?

  5. 🙂 buona…..

Submit a Comment