Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | August 9, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

A tavola con… Leonardo Sciascia

Emanuele Bonati

Da Occhio di capra (Einaudi 1984)

Nel braciere ardeva la carbonella di scorze di mandorle che residuava dal forno (per chi poteva permettersela: ché i poveri avevano, dagli sgroppi delle fave, più effimera brace). Vi si cuocevano le uova, la salsiccia, il formaggio, le sarde salate: che prendevano sapore impareggiabile. A farne profumo, vi si facevano bruciare le bucce delle arance.

Submit a Comment