Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | October 23, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Amiche foodcultural e vini: Stefania Turato con un corso che conquista anche gli astemi

Amiche foodcultural e vini: Stefania Turato con un corso che conquista anche gli astemi
Daniela Ferrando

Scelgo le parole con cura per descrivere Stefania (Stefania Turato), un’altra delle mie amiche #foodcultural. Perché anche lei fa lo stesso nel suo lavoro di sommelier FISAR e wine coach, con le parole e con i gesti. Cioè sceglie con cura, usa con naturalezza.

Anzi,a lei piace dirsi sommelière, al femminile. E “Mindful tasting” ha definito il suo metodo, che insegna, e che vive come una forma di empowerment.

Quando parla di vini e li spiega e li commenta, le sue parole sono limpide, fluide, ricche e mai scontate. I gesti sono misurati, utili, eleganti – anche quando ti versa un calice in vacanza.

A volte l’ho sentita dire di un vino: “è bello”. E il messaggio della bellezza, il messaggio estetico, arrivava eccome. Perché c’era sempre qualcosa in più rispetto ai descrittori standard che un sommelier standard, per quanto allenato, avrebbe espresso.

5 passi per imparare il vino a Bergamo…

Poco prima di Natale si è presentata la nuova Delegazione di Bergamo della Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori. (FISAR) Stefania ne è la referente.

C’è un calendario di eventi per tutto l’anno. Il primo è un corso introduttivo al vino in 5 passi – cioè 5 appuntamenti – per avvicinare ai caratteri principali della degustazione. Inizia il prossimo 21 marzo, con la primavera.

Sede del corso, Villa Pagnoncelli Folcieri a Scanzorosciate, residenza e sede dell’omonima cantina produttrice, in primis, di Moscato di Scanzo.

… e i 5 sensi per un approccio pieno

I sensi sono strumenti – strumenti di conoscenza e classificazione delle esperienze. Una degustazione perfetta, consapevole, li utilizza tutti e cinque.

Le lezioni si terranno nella biblioteca di Villa Pagnoncelli Folcieri, circondati dalla bellezza del luogo e da affreschi settecenteschi.

Una cena conclusiva sarà il banco di prova delle informazioni acquisite durante il percorso che incuriosirà anche gli astemi.

Come partecipare? Info pratiche

Il costo di 160€ comprende 5 lezioni, kit con bicchieri e quaderno appunti.
Il tesseramento (indispensabile per seguire il corso) regala ingressi scontati alle grandi manifestazioni dedicate al vino in tutt’Italia (a partire da Vinitaly), 4 riviste e la guida Slow Wine di Slowfood con l’elenco delle cantine selezionate italiane.

L’applicazione #NoiFisar, scaricabile sul telefono mobile avvicina al mondo del vino permettendo di associarsi subito, on line per un anno intero a 70€ .

Per maggiori info: www.segreteriafisar.online/

Per informazioni sui corsi > Stefania Turato 366 37 466 38 – bergamo@fisar.com

Daniela Ferrando

Submit a Comment