Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | June 17, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

“Come un giorno a Napoli”, il nuovo concept  di Rossopomodoro

“Come un giorno a Napoli”, il nuovo concept  di Rossopomodoro
Massimo D'Alma

“Come un giorno a Napoli”.

Questo è il messaggio sul quale poggia la nuova filosofia di tutta la famiglia Rossopomodoro e su cui è stato studiato ed elaborato il nuovo posizionamento di Rossopomodoro, che dà vita ad una nuova storia.

Una storia che unisce tradizione e innovazione e che apre le porte a una nuova esperienza da vivere in modo pieno ed autentico proprio “Come un giorno a Napoli”.

A partire dal nuovo menù che rinnova completamente l’esperienza gastronomica di Rossopomodoro e che conferma ancora una volta la volontà e la capacità di essere sempre avanti con i tempi.

“Siamo una delle realtà italiane di ristorazione più solide e longeve, e questo lo dobbiamo alla nostra capacità di alzare sempre l’asticella della qualità, della creatività e dell’innovazione, pur restando fedeli alla tradizione e senza aver perso mai un grammo della nostra passione napoletana” sostiene Franco Manna, Presidente e Fondatore di Rossopomodoro.

E con il posizionamento e il menù cambia e si rinnova anche l’immagine del locale.

Rossopomodoro si veste di nuovi colori, di luce, di elementi architettonici e decorativi che ricordano stili e storie di Napoli, diventando un luogo dove la rinomata accoglienza napoletana è ancora più sentita, così come la condivisione e l’allegria, in un ambiente dal sapore tradizionale ma assolutamente contemporaneo e innovativo, non stereotipato, ma fresco e dinamico.

Le grandi novità del menù consistono soprattutto nell’aver affiancato ai grandi classici intramontabili di Rossopomodoro come la pizza Verace, la rinomata Margherita con mozzarella di Bufala Campana DOP,  gli spaghetti al pomodoro, l’antipasto misto “la tiella”, novità sia tradizionali che innovative.

Da una parte infatti ci sono ancora più proposte tipiche della tradizione come il baccalà fritto, gli spaghetti alle vongole, salsicce e friarielli, e dall’altra idee creative e nuove come gli impasti della pizza alternativi, quello alla canapa, particolarmente proteico e ancora più leggero, e quello ai cereali, così come nuove insalate di tendenza.

Tutto nel rispetto della stagionalità e della qualità, e con prodotti selezionati dal territorio campano, come la pasta di Gragnano, la farina di Napoli, l’olio di Sorrento, la mozzarella di Bufala Campana Dop, i presidi Slow Food, e tante altre eccellenze.

Per “chiudere in bellezza il pasto” c’è un nuovo menù dei dolci, che presenta una selezione di prelibatezze tra i classici della tradizione napoletana come il babà, la pastiera e la delizia al limone e nuove golosità come l’originalissima Ciottolosa, una gustosa fonduta di cioccolato fondente in cui si possono inzuppare frutta selezionata di stagione e i fragranti Scugnizzi (frittelle cosparse di zucchero, preparate con l’impasto delle tipiche graffe napoletane).

La Ciottolosa è pronta a diventare l’icona della condivisione di gusto e piacere di Rossopomodoro, proprio perché pensata per essere servita a centro tavola, da gustare tutti insieme in allegria, come è tipico di ogni “tavolata napoletana”.

Se è vero che il nuovo Leitmotiv di Rossopomodoro è quello di sentirsi ovunque, in qualsiasi Rossopomodoro ci si trovi in Italia, proprio “come un giorno a Napoli”, non può mancare il caffè, il rito partenopeo per eccellenza, che trova nella nuova visione di Rossopomodoro un ruolo da protagonista.

Sia nel menù, dove emerge in una lunga serie di proposte, a partire dal tradizionale espresso, fino a creme, dolci e semifreddi tra cui il “Caffettuccio”, panna cotta al caffè e pistacchi di Bronte, il “Bufarotto”, caffè con crema di latte di Bufala, panna e cioccolato fondente, e la “Tazzulella”, un piccolo tiramisù alla nutella; sia nello stesso locale, dove viene preparato in tutte queste varianti in una nuova area “caffetteria”.

Al momento sono 7 i Rossopomodoro allineati alla nuova versione “2.0” ispirata alla nuova filosofia del brand “Come un giorno a Napoli”.

Il primo ad inaugurare la nuova filosofia è stato quello storico di Milano in Viale Sabotino, seguito da un altro restyling a Roma in Largo di Torre Argentina.

Sempre a Roma, nel Centro Commerciale Roma Estha aperto da pochissimo le porte un Rossopomodoro totalmente nuovo e ancora a Milano nella Stazione Centrale è nata una nuova “Puteca” di Rossopomodoro, la versione “al banco” del brand.

Infine, ha da poco riaperto anche un Rossopomodoro rinnovato nel complesso Multibit di Casoria.

Con un sempre crescente numero di locali, Rossopomodoro continua ad affermarsi come “ambasciatore di Napoli” – in italia e nel mondo – della cultura gastronomica e della pizza.

Come ha dichiarato Roberto Colombo Amministratore Delegato del brand:

“Sono soddisfatto del lavoro svolto e ringrazio il mio team di lavoro perché insieme siamo riusciti a dare vita ad una storia entusiasmante sia per noi che per i nostri clienti. Ora ci prepariamo al 2019 che sarà ricco di altrettante novità. Infatti, sono già in vista nuove inaugurazioni di Rossopomodoro secondo un fitto calendario: solo in Lombardia ne sono previste 3, Monza, Carugate e Assago, oltre a Palermo, e Molfetta per Rossosapore, altro brand del Gruppo Sebeto.
Insomma siamo davvero ottimisti perché anche nel futuro non mancherà mai l’impegno, la passione e, come direbbero a Napoli, anche con “nu poco ‘e sciorta”, che in napoletano significa un po’ di fortuna!

[foto: Massimo D’Alma, i likemilano.com]

Submit a Comment