Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | December 11, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

AGOSTO da gustare. Letteralmente.

AGOSTO da gustare. Letteralmente.
Daniela Ferrando

Piccolo divertissement gastrotipografico: un acronimo mensile, con il nome del mese, per darvi notizie e delizie. Lo inizio a bella posta in agosto, questo format leggero. Faccio come certi ristoratori accorti che inaugurano in piena estate in città, così da arrivare a settembre a rodaggio completo.



A come Andromeda … “lo sceneggiato del 1971!” No, questa Andromeda è un raffinato parto musicale del jazzista Filippo Cosentino. Di lui hanno detto La musica è della stessa sostanza del cibo. È cibo. E come accade col cibo abbiamo nella musica la varietà dei sapori, delle materie prime, degli abbinamenti. La chitarra è quel cibo musicale che può essere declinato in infinite combinazioni …”. L’ho ascoltato dal vivo sulla terrazza del Réva, resort tra i vigneti della sua Langa. Una costellazione di brani mentre in cielo spuntavano le prime stelle. Suonerà a Milano al Teatro Sala Fontana il 22 novembre. Andiamoci e ceniamo bene in zona Isola.
www.filippocosentino.com



G come Gourmet, nel senso di pizza gourmet. Come il sistema inventa-pizze proposto da Mani in Pasta, insegna milanese che a settembre triplicherà. Ogni cliente riceve un form dove per prima cosa sceglie l’impasto a 3 farine (4 eur) o a 7 cereali (5 eur). Poi la guarnizione, 1 euro per ingrediente. Piena libertà di accostamenti. Si può dare un nome alla pizza che ne risulta. Io ho creato la PEROLIVA con salsa di pomodoro (un velo) e pere, melanzane, olive taggiasche, noci. Essendo gli ingredienti tradotti anche in inglese, il gioco prende tantissimo anche i clienti stranieri. Buono a sapersi: è aperto tutto agosto!
www.pizzamaninpasta.it



O come Olivia Gelato. Chi è Olivia? Vorrete sapere. Non c’è nessuna Olivia nel supertecnologico laboratorio e nel negozio di piazzale Aquileia 12 di Davide e Nicoletta. Olivia è solo un nome facile e memorizzabile, che mette di buonumore. Come mettono di buonumore i loro gelati artigianali, naturali e per tutti i gusti, con un particolare penchant per il cioccolato e il pistacchio, anche in versione salata. O Spirulì, che è azzurrino di natura grazie all’alga spirulina e vanigliato al palato. O il gelato al prosecco, perfetto per amuse-bouche estivi magari con melone condito.
www.oliviagelato.it



S come salpo da sola. Per tutte quelle volte che avete avuto forte il desiderio di una vacanza velica, senza dover rendere conto di dove andate. Partire e basta, ritrovandovi con persone come voi, tra mare e cielo. Tecnicamente, si chiama “crociera a imbarco singolo”, e proprio per questo è molto aggregativa. Mondovela organizza vacanze in flottiglia – un piccolo gruppo di barche segue lo stesso itinerario – in Grecia, in Croazia, in Sicilia, in Sardegna, in Corsica per 7 o per 14 giorni, con un budget dai € 700 in su. E se c’è chi si prenota con largo anticipo, c’è invece chi decide last minute e trova nel caso e per caso la vacanza felice.
www.mondovela.it



T come Terravostra. Olio EVO a Capo d’Orlando in Sicilia, ma è anche una bella storia da raccontare. Di un’azienda familiare il cui nome sa di accoglienza; di antiche olive pregiate dal nome bizzarro – “Minuta Nasitana” e “Verdello”; di terreni anche difficili, sottratti all’incuria; della fatica di generare lavoro, valorizzare olivicoltori locali e di farlo sapere; della soddisfazione che ne deriva. E, ça va sans dire, di prodotti: oli EVO da cultivar autoctone siciliane delle colline nebroidee. E se fosse il pretesto per una vacanza sul finire dell’estate? La raccolta è anticipata e avviene tra Settembre-Ottobre, con la terra ancora carica di sole.
www.terravostra.it



O come Oceano – da lì arriva il Cobia, e se ne sentirà parlare spesso, soprattutto nella ristorazione e poi nel circuito retail delle pescherie. Il Cobia (nome scientifico Rachycentron canadum) è un pesce grande e dalle carni bianche e sontuose, ricco di Omega-3, allevato in enormi enclaves oceaniche al largo di Panama. Lo dicono sostenibile, accessibile, salutare, etico; è certificato Kosher e Halal. Ha un sapore simile alla ricciola e un sicuro, eccitante potenziale culinario. Io l’ho assaggiato. Per sapere chi lo cucina, dove e come, la risorsa più dinamica è la pagina Facebook, mentre quella più formale è il sito ufficiale.
www.openblue.com

Daniela Ferrando

[Immagini: iPhone di Daniela, siti ufficiali rispettivi, Seletti per alcune lettere dell’alfabeto]

Submit a Comment