Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | September 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Diego Rigotti Miglior Chef Emergente per il Nord

Emanuele Bonati

Tempo di guide di stelle di cappelli di bicchieri di ruote d’oro, che incoronano realtà consolidate, certezze confermate, blasoni sicuri. La cronaca di questi giorni ne è piena. A lato, ma neanche tanto, di tutto ciò, ci sono giovani scalpitanti un po’ in tutta Italia, che iniziano a mettersi in gioco. Gioco ormai vuol dire anche partecipazioni televisive, certo; ma soprattutto sfide, come quelle organizzate da Witaly con Luigi Cremona per trovare, ogni anno, il miglior chef emergente. Sfide vere e proprie: giovani chef (devono avere meno di trent’anni) incrociano i mestoli in una serie di scontri prima a livello regionale, poi per grandi aree geografiche, fino ad arrivare alla finale nazionale (che sarà nell’ottobre 2012).

La prima tappa del Premio Miglior Chef Emergente 2012, che riguardava il Nord, si è svolta fra il 12 e il 14 novembre a Casteggio, in provincia di Pavia, presso la Certosa Cantù, con la collaborazione della Camera di Commercio di Pavia, presentata da Luigi Cremona. La giuria, presieduta da Fausto Arrighi, il direttore della Guida Michelin, era composta da giornalisti del settore.

Riporto qui l’elenco dei partecipanti: mi sa che sarà il caso di tenerli d’occhio, nei prossimi anni.

Lombardia: Nicola Locatelli dell’ “Opera Restaurant” a Mozzo (BG); Andrea Mainardi di “Officina Cucina” a Brescia; Luca Sacchi del  “Ristorante Cracco” a Milano;  Andrea Bertarini del  “Conca Bella” a Vacallo Canton Ticino (che non è proprio Lombardia in senso stretto, ma più in senso lato… ah ah)

Piemonte: Davide Odore  “Io e Luna” a Guarene (CN); Enrico Zanirato del “Tajut” a San Mauro (TO);

Val D’Aosta: Enrico Facco del “AD Gallias di Bard” ad Aosta;

Liguria: Gaya Molino “Trattoria del Falco” a Finale Ligure (SV);

Emilia Romagna: Lorenzo Barsotti “Barsotti Trattoria Enoteca” a Marzabotto (BO); Andrea Molinelli “La Palta” a Piacenza; Angelo Durante dell’ “Antica Corte Pallavicina” di Parma; Giacomo Amicucci del  “Vicolo Santa Lucia” a Cattolica (RN);

Trentino Alto Adige: Julian Seeber dell’”Alpine Dolomites” in Alpi di Siusi;

Veneto: Alessandro Dal Degan del “La Tana” ad Asiago (VC), Francesco Massenz della “Dolada” di Pieve d’Alpago (BL).

C’è qualcosa che non mi torna… ah, sì, certo, manca il vincitore! Eccolo qui a sinistra, con Arrighi e Cremona:

Si tratta del trentino Diego Rigotti del “Castel Toblino” di Sarche, Trento (dove lavora come sous-chef con Stefano Bertoni), che si è aggiudicato la vittoria con questi due piatti:

Riso mantecato con coda di vitello, marmellata di radicchio e gorgonzola

Mousse di riso alla vaniglia con lamponi e germogli.

Chissà se avrà voglia di raccontarci qualcosa di sè… Noi ci proviamo, e nel caso vi faremo sapere…

Emanuele Bonati

..

Riso mantecato con coda di vitello, marmellata di radicchio e gorgonzola

Mousse di riso alla vaniglia con lamponi e germogli.

Submit a Comment