Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | December 2, 2021

Scroll to top

Top

4 Comments

L’AntipatiCibVs e i macarons

Emanuele Bonati

Qualche mese fa sono arrivati a Milano i macarons – ne abbiamo parlato qui – direttamente da Parigi, con Ladurèe.

Dopo qualche giorno c’erano anche da Princi, a due passi dal negozio di Ladurèe in via Spadari – poi li ho visti in un negozio panetteria nuovo fra via Broletto e via Cusani, l’altro giorno in una pasticceria (ottima) in via Castelvetro, Namura – stasera in un altro bar pasticceria in via Spadari. E allora. direte voi?

Allora niente. I macarons hanno una preparazione lunga e complessa, probabilmente qualche trucco segreto che li rende particolari – ho assaggiato quelli di Ladurèe, una meraviglia; quelli di Princi, non all’altezza – non so se inizierò un tour di assaggi. Sta di fatto che uno si chiede: ma dov’erano i macarons fino a qualche mese fa? A Parigi – ma perché nessuno me li ha portati a Milano prima? E perché adesso ce li hanno tutti?

Al martedì sotto il mio ufficio c’è il mercato – a quando sacchettini di macarons sul banchetto dei dolci confezionati?

Emanuele Bonati

Comments

  1. Per una volta Padova batte Milano: nella mitica pasticceria di Biasetto (campione del mondo di pasticceria con prossima apertura a Bruxelles, stando ai gossip) sono offerti al pubblico da almeno un un paio di primavere: colorati, golosi, ordinati, ammiccanti tra la “Sette Veli” e le mignon che ti dispiace mangiare per non sciuparle (remora che dura pochi attimi, tra l’altro). A Padova ci sono anche altri negozi golosi: La Pralina Padovana, Graziati con la sua Millefoglie sublime, la pasticceria Viennese con la Sacher a regola d’arte. Sei ufficialmente invitato per la giusta ispirazione per un nuovo pezzo di AntipatiCibVs. Circa le tue domande: ti ricordi della panna cotta degli anni ’80, la rucola degli anni ’90 ed il sushi all’inizio del terzo millennio? I macarones nel 2010. Abbiamo 10 anni per inventare il tormentone gastronomico del prossimo decennio 🙂

  2. ..mi sono sempre chiesto come mai a Milano non esistessero questi meravigliosi dolcetti colorati.. ed ecco l’invasione!

    Comunque anche a Parigi ovunque ti giri trovi posti dove li vendono. Avevo anche iniziato a fare il tour assaggi. Alla fine i top 3 sono AOKI, LADUREE, HERME’.
    Top, occhi bianchi.

  3. mmmmmm mai assaggiati…. se fai il tour organizzato mi aggrego 😉

  4. Kumi

    In Giappone i macarons erano gia’ arrivati e i giapponesi sono impazziti.
    Presentano i shop preferito mettendo le stelle, come Michelin.
    http://www.h7.dion.ne.jp/~vieniqua/macaron_mania.htm

    I miei shop preferiti a Tokyo sono:
    Chez Matsuo
    Chez Cima
    Patisserie Aoki

Submit a Comment