Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | August 20, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Evocare i Tropici. Con una ricetta saotomense

Evocare i Tropici. Con una ricetta saotomense
Daniela Ferrando

Vogliamo ingolosirvi con una ricetta saotomense. Cioè di São Tomé e Principe, piccolo arcipelago del Golfo di Guinea. Il nome del piatto suona “Choco con palitos de fruta-pão” che tradotto diventa “Seppia con bastoncini di frutto del pane”.

São Tomé e Principe è una repubblica indipendente: Africa lussureggiante, ma stratificata di storia portoghese. Lì il turismo di massa fortunatamente non è ancora arrivato. Né si vuole che arrivi. Infatti, con strategia accorta, si attirano viaggiatori provvisti di mezzi ma amanti di un turismo sostenibile e responsabile, colto, tutt’uno con una natura e un mare pressoché intatti.

I mesi più belli? Da dicembre a febbraio, la cosiddetta gravana, cioè la stagione secca. I collegamenti aerei? Flytap, da Lisbona con uno scalo in Ghana o Meridiana, con l’handicap di un doppio check-in. Più il volo per le isole. Il livello di sicurezza per i viaggiatori? Elevato. Il paese è tranquillo, accogliente. Un modo caratteristico di alloggiare? Le ex-tenute portoghesi. E la gastronomia?

La gastronomia saotomense, al pari della storia di queste isole, è una sorpresa, un patrimonio di sapori – tropicali, coloniali. Tra questi, non solo cacao e caffè, pregiati e molto esportati, ma anche pesce, banane autoctone e albero del pane, i cui frutti si cucinano in mille modi.

Come in questa ricetta, giustappunto: un anticipo di São Tomé e Principe che potete materializzare nel piatto.

“Choco con palitos de fruta-pão”

Ingredienti

• 2 seppie
• 1l di vino di palma
• 1 ossami (peperoncino rosso piccante noto anche come “Pimenta de Guiné”)
• 1 spicchio d’aglio
• 1 cucchiaio di burro
• sale e pepe
• olio d’oliva
• frutto dell’albero del pane
• olio per frittura

Preparazione

Stufare le seppie con l’aglio, l’ossami, il sale, il pepe e il vino di palma per circa un’ora.
Lasciar raffreddare e tirar fuori le seppie.
Tirar fuori i restanti ingredienti, aggiungere olio, mescolare legando il tutto in un composto uniforme.
Rigirare le seppie in questo composto e grigliarle sulla brace.
Tagliare il frutto dell’albero del pane a bastoncini.
Friggere i bastoncini nell’olio. Servire con le seppie.
Insaporire con sale e pepe.


La ricetta è tratta dal libro “Sabores de nossa terra”, acquistabile anche presso la ong Alisei, impegnata in progetti di sviluppo nel paese.
Sedotti da questa meta insolita, ignorata dai più? Ulteriori informazioni preziose sul n. 106 del magazine Latitudeslife.com, Alle Origini dell’Eco.
Informazioni più istituzionali, pratico-organizzative, sul sito del Consolato, www.consolatosaotome.it

Daniela Ferrando

[Immagini: Ufficio stampa e Consolato São Tomé e Principe; Yallabook; iPhone di Daniela]

Submit a Comment