Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | October 18, 2017

Scroll to top

Top

One Comment

5 pizzichi di Crema

5 pizzichi di Crema
Daniela Ferrando

Crema in realtà non è riducibile in 5 pizzichi, come quelli da fare con le dita per chiudere con bravura il famoso tortello cremasco e non lasciar scappare il ripieno agrodolce. Ma me ne sono approfittata: ho pensato io di raccontarvela in 5 pizzichi per farvi venire voglia di assaggiarla.
tortelli_loghetto_corso
Sapevate che è una città molto cinematografica? L’ultima fatica del regista Luca Guadagnino ha Crema come set. E – gossip – pare anche che al compositore Michael Nyman piacerebbe abitarci.

Un pizzico a naso in su
crema_palazzo_terni
Crema ha una bellezza tranquilla e agiata dai colori pastello, composta, silenziosa, operosa, gelosa. Ed è come le case a due piani delle vie del centro- bei portoni di legno, bei balconi fioriti e ringhiere in ferro battuto, bei cortili nascosti, bei lastricati, bei negozi. O come il Duomo, con i suoi mattoni di argilla chiara e la sottile facciata a vento in stile gotico lombardo; il Palazzo Comunale con il leone di San Marco a coda alzata – segno di aggregazione, non di sottomissione a Venezia; il Museo Civico e i chiostri; i palazzi patrizi, spesso ancora abitati, poco visitabili. Il mio preferito è Palazzo Terni de Gregory, iniziato nel 1698, incompiuto, inquietante, in cotto, ornato da statue e scandito da grandi finestre rettangolari e ovali con inferriate.

Un pizzico di latte lombardo. Anzi di più
combo_Bandirali
Il gelato di Bandirali, azienda giunta alla terza generazione, pieno controllo su materie prime e produzione – e tre negozi, non uno di più. Cremoso. Classico come il fiordilatte doppia panna. O creativo come i gusti tabacco o tortello cremasco inventati da Mauro Bandirali Maestro Gelatiere. Ma fa anche torrone, confetture, paste e brioches.
bellalodi09
Tra cremasco e lodigiano, i formaggi della famiglia Pozzali, anche qui terza generazione e una produzione rigorosa: Grana Bella Lodi dalla crosta nera 18 mesi con una Selezione Oro da 24 mesi, Raspadüra, Salva, Quartirolo, Panerone … Tra passato e futuro: chissà se conoscevate la statua ex-voto della Madonna delle Fontane vicino all’Abbazia del Cerreto seduta su quattro nere forme di Grana o il Bella Lodi con caglio vegetale, che è Halal, Kosher e adatto ai vegetariani.

Un pizzico di campanilismo. Anzi, di organi e campane
campane
Crema risuona di musica. E di strumenti. A Ripalta Cremasca c’è la Fonderia Allanconi: fabbrica, ancora a mano, campane che vanno perfino in Giappone. Emanuele Allanconi, terza generazione (ma è un mantra?) in azienda, laureato in farmacia e musicista autodidatta, è un artigiano-artista-artefice entusiasta che vi farà innamorare delle campane. Da tutto il mondo verrebbero di corsa a lavorare con lui. La paradossale normativa italiana gli sconsiglia perfino di avere un apprendista. Come può svanire un sapere così unico?
arte_organaria
Dalle campane agli organi. Crema vanta due grandi famiglie di costruttori – Tamburini e Inzoli – la tradizione organaria cremasca, dopo aver dato migliaia di organi a chiese e orchestre in Italia e nel mondo, ora si focalizza su un’iper-specializzata opera di restauro, revisione e manutenzione degli organi esistenti. Ma a Crema, in città, è attivo e visitabile su appuntamento il Museo dell’Arte Organaria. Quando vi mostreranno la canna gigantesca (un DO) riproduzione di quella dell’organo del Duomo, accorgetevi che ha accanto anche un MI, minuscolo, flebile, fine come uno stecco da spiedini.

Un pizzico di ospitalità
Loghetto_ristoratore_perfetto
Un posto dove sostare a Crema, è sulla strada che porta in città e si chiama Agriturismo Loghetto, il primo aperto in zona, diretto da Anna Maria Mariani, patronne energica ed estroversa. Lo conoscono tutti per gli animali, le feste, il progetto Agrihabitat che valorizza i ragazzi disabili e le grandi (ho detto grandi) cene conviviali in una sala coperta dalle scritte degli avventori. Al primo piano, un tempo fienile, ha sette stanze ampie, accoglienti, tutte diverse tra loro, arredate con mobili di famiglia e ricordi. Gli ospiti dispongono di una cucinetta per le colazioni che si presta regolarmente anche ai corsi di cucina – come quello in cui anche noi abbiamo imparato a pizzicare in 5 punti precisi ogni tortello.
IMG_9255
Un pizzico (o quattro palmenti?) a tavola
Crema sembra – ed è – una città dove si mangia bene. Salumi campagnoli, formaggio salva con le tighe (peperoni verdi dolci), risotti delicati, tortelli, coniglio difficilmente mancheranno in tavola. Tre indirizzi tre.
bistek_caldofreddo_bellalodi
Bistek – classica trattoria con le pareti perlinate. Bistek, detto così dal soprannome appioppato al segaligno nonno dell’attuale patron, Antonio che conduce il locale con la moglie Ornella. Cucina locale, genuina, sito web dall’estetica archeologica, proposta gastronomica abbondante e grande fantasia coi formaggi. Curiosità: il menu quaresimale, non troppo ascetico comunque. Prezzo medio sui €30, vini esclusi.

sala_pranzo_Loghetto
Cascina Loghetto – tovaglie a quadretti, menu fissi con almeno 10 portate di antipasti (uova d’anatra incluse) e immancabili risotti secondo stagione, tortelli cremaschi fatti ogni giorno (anche da asporto, freschissimi, da prenotare) carni, dolci della casa. Pranzo di lavoro €13, cene e festivi menu completo € 35, bevande incluse.
ridottino_ph_studiareacrema
Il Ridottino – detto così perché era il ridotto di un club privato, dove si dice con malizia che i soci si giocassero perfino le mogli. Occupa il pianterreno di un palazzo nobiliare del centro, ha tre sale ampie e luminose (magnifica la veranda dalle pareti rosa carico) e un giardino interno. Lì lo chef Carlo Alberto Vailati regna e riceve. La cucina è di matrice cremasca, rivisitata con ingredienti pregiati. Prezzi medi: Bistrot del Ridottino 25 euro – ristorante 45-50 euro, vini esclusi.

Gli indirizzi golosi:
Bandirali: via Piacenza 93 / via XX Settembre 58 / C. C. Gran Rondò, Crema www.bandirali1952.it
Bella Lodi: via De Gasperi 2, Trescore Cremasco www.bellalodi.it
Bistek: via De Gasperi 31, Trescore Cremasco www.bistek.it
Agriturismo Cascina Loghetto: via Milano 4, Crema www.cascinaloghetto.com
Il Ridottino: via Alemanio Fino 1, Crema tel 0373 256891

Gli indirizzi culturali:
www.comunecrema.it
www.prolococrema.it
www.culturacrema.it
www.allanconi.it

Daniela Ferrando

crema_ridottino_giardino

ph iPhone di Daniela, Voceditalia (Duomo), studiareacrema (veranda Ridottino), Cascina Loghetto

Comments

  1. viviana

    Se non avessi già vissuto le meravigliose esperienze sensoriali e non, che la città di Crema con i suoi artisti del gusto offre con delicatezza, preparerei il trolley per andare a trascorrere un weekend meravigliosamente educativo

Submit a Comment

Current month ye@r day *