Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | September 25, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

L’AntipatiCibVs: Il blogger all’evento-cena d’Abruzzo

L’AntipatiCibVs: Il blogger all’evento-cena d’Abruzzo
Emanuele Bonati

Amo l’Abruzzo. Purtroppo solo dal punto di vista gastronomico, non ci sono mai stato – ma la sua cucina mi piace, anche assaggiata qui.

Nessuna prevenzione, antipatia, pregiudizio, quindi.

Quindi, ieri sera ero stato invitato a un “evento-cena” (carina l’idea) ai Chiostri (dell’)Umanitaria, qui a Milano. Ore 19. Il pesce povero, l’alta cucina, una serata intitolata “La tavola blu: le risorse marine, un pianeta da nutrire”. Abruzzo Terra dei Cuochi, (Fuori) Expo2015, sponsor e tutto, sotto un invito gentile: “Vuoi favorire?” (chiosa: “è così che in Abruzzo si invita a condividere il cibo”).

Bello.

Arrivo poco dopo le 19 ai Chiostri, un po’ zoppicante per un dolorino tendineo (boh?), due chiacchiere con Andrea Alfieri, chef appunto del Chiostro di Andrea, e mi avvio verso il cortile dove dovrebbe tenersi la cena, anzi l’evento-cena.

Bel colpo d’occhio, la sera ancora chiara, i tavoli apparecchiati, anzi in corso d’apparecchiamento… i ragazzi della compagnia teatrale che si esibirà dopo la cena, come da programma (con un “Aggiungi un posto a tavola”, direi: quanto sono ospitali!), in prova microfono, cuochi dietro una tenda, in una stanza, intenti a preparare… Mi sembrano indietro, controllo l’invito, alle 19, sono le 19 e venti… un paio di telfonate, intanto le cose si sistemeranno, no?

No.

abruzzo_invito

I preparativi continuano, ancora, non particolarmente frenetici a dire il vero. Nessuno mi bada, mi nota, mi accosta, mi interpella, mentre mi aggiro brandendo l’iPhone come un salvagente contro l’inesistenza. Non ci sono receptionist, uffici stampa, signore dall’accento abruzzese che mi chiedano chi sono cosa voglio se sto cercando la Toscana che si esibisce nel cortile a fianco.

Lo so, potevo essere io a chiedere informarmi baccagliare un pochetto – ma perché poi? Se io organizzo qualcosa, oltre a dare un orario preciso, mi accosto ai partecipanti (o aspiranti tali) per verificarne appunto la partecipabilità, o la partecipazione. (E soprattutto non avrei avuto nessun AntipatiCibVs da scrivere.)

E non potevo credere che ancora alle otto meno un quarto ci fossero forse un paio di persone inerenti all’evento stesso, e che alle otto e qualche minuto ci fossero forse dieci persone sedute. Ma mi dicono che era già successo qualche sera prima, con un orario di inizio evento completamente avulso dall’evento stesso.

Insomma, nemmeno fosse stato uno di quegli eventi organizzati dai politici per ingraziarsi gli elettori, in questo caso, chissà, milanesi col cuore e la casa ancora in terra d’Abruzzi, o per aver modo di andare alla grande metropoli e poi… Insomma, inspiegabile. Certo, magari un refuso nell’invito.

2015-07-07 20.03.25

Alfieri mi aveva chiesto più volte quando andavo a trovarlo, a mangiare da lui?

Eccomi! Quale serata migliore?

Ragazzo – porta il conto agli Abruzzi di là, per favore.

(ps – non ho apostrofato “ragazzo” il bravo e gentile cameriere, ovvio – ma era appunto bravo e gentile, e gli ho dato del tu)

Emanuele Bonati

Submit a Comment

Current month ye@r day *