Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | December 11, 2018

Scroll to top

Top

One Comment

Il BlogVs delle Donne: tre domande alla “CiecaPink” Vera Arcari

Il BlogVs delle Donne: tre domande alla “CiecaPink” Vera Arcari
Emanuele Bonati

Oggi le nostre tre domande sono per Vera Arcari, medico legale, una passione per il vino “rosé” che l’ha portate a creare, con le amiche Monica Casiraghi, Sara Moro e Marta Mungo (e con l’assistenza “tecnica” di un uomo, Michi Mamoli), un nuovo locale, La Cieca Pink

 

La prima domanda è multipla: Perché? Perché un locale dedicato al rosé? Perché LaCieca? 

Perché in Italia mancava una vineria che desse giusto risalto a un vino che può essere estremamente elegante, soprattutto nella sua versione con bolle. Perché appena si varca il confine ci si ricorda che esiste il rosé, ma purtroppo il più delle volte vengono proposti dei vini deludenti. Perché quando ho assaggiato dei rosé veramente buoni mi si è aperto un mondo. E infine perché ho incontrato Michele, che ha creduto si potesse proporre il rosé al pubblico: abbiamo iniziato a proporlo “alla cieca” nel calice nero (come viene fatto con i vini presso La Cieca, la nostra vineria-“madre”), e la maggior parte delle persone ha dichiarato che era una bella sorpresa. Quindi anche il rosé è un buon vino – e quindi eccoci qui.

 

Un medico legale (e un avvocato, un’attrice, un chirurgo, tutte donne) che si occupano (anche) di vino: non è che sia curioso, o strano, ma certo, almeno in parte, l’idea colpisce. Cosa è stato più difficile nel tuo caso: affermarsi come imprenditrice o nella tua professione? E l’essere donna è stato un ostacolo o una risorsa?

Affermarsi come medico legale non è stato semplice, ma posso dire che è stato un percorso molto naturale, iniziato con i consueti sacrifici che tutte le donne con un bambino piccolo fanno dovendo contestualmente laurearsi, specializzarsi ed entrare – come nel mio caso – in un mondo di complicate e delicate relazioni tra professionisti (avvocati, PM, giudici, assicurazioni). Affermarsi  come imprenditrice lo prendo come un augurio – ed è estremamente stimolante, soprattutto quando si parla di vino e di cibo. E poi – essere una donna è sempre una risorsa.

 

L’ultima domanda è interessata: consigliami un ottimo rosé per festeggiare l’8 marzo…

Alfiere Rosé Dosaggio Zero di Massimiliano Croci, da uve Barbera, Bonarda e Malvasia Nera. Un Rosè maschio, con tannini evidenti, fresco e minerale, appagante, da bere tutti i giorni. È buonissimo con i primi a base di verdura e i secondi piatti di mare ma secondo me con il maialino da latte al forno è una bomba!

 

IMG_7202

Vera Arcari online:

www.laciecapink.it

https://twitter.com/laciecapink

https://instagram.com/laciecapink/

http://facebook.com/laciecapink

Emanuele Bonati

Comments

Submit a Comment