Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | September 26, 2017

Scroll to top

Top

One Comment

“Il Bistrot di Santa Marta” di Daniel Spoerri: quando la cucina entra nell’arte

“Il Bistrot di Santa Marta” di Daniel Spoerri: quando la cucina entra nell’arte
Emanuele Bonati

Il binomio “arte”/”cibo” viene coniugato nei modi più disparati sin dall’antichità. Qui però, più che il cibo, è proprio la “cucina” a entrare prepotentemente nel mondo dell’arte, grazie a un artista eclettico (anche mimo danzatore poeta e altro ancora), il rumeno-svizzero Daniel Spoerri, che al mondo del food è sempre stato particolarmente vicino, tanto da aprire una serie di ristoranti, dar vita alla cosiddetta “Eat Art”, agli assemblage di avanzi di pranzi, di resti di tavolate (tableaux piège).

In questo caso, la cucina entra nel mondo dell’arte fisicamente, attraverso una serie di utensili che Spoerri ha raccolto in giro, nei mercatini dell’usato, e che ha assemblato in affascinanti tavole “tematiche” che racchiudono assieme ai più disparati e disusati oggetti da cucina tutta una serie di suggestioni dell’arte novecentesca, dall’object trouvé alla ripetizione, al ready-made, alla serialità, al quotidiano e alla memoria. Tutto questo, sotto l’insegna “Bistrot di Santa Marta” (la patrona delle casalinghe e delle domestiche, di cuochi, osti, ristoratori, albergatori), alla Fondazione Mudima a Milano, fino al 9 febbraio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Daniel Spoerri, Il Bistrot di Santa Marta

Fondazione Mudima

Via Tadino 26, 20124 Milano

tel 0229409633

www.mudima.net

Emanuele Bonati

Tags

Comments

Submit a Comment

Current month ye@r day *