Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

BLOGVS | September 23, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Meet Massari 2018: la tappa di Milano

Meet Massari 2018: la tappa di Milano
Massimo D'Alma

Un grande spettacolo per gli appassionati di pasticceria quello offerto dai pasticcieri Iginio Massari e Gino Fabbri, Presidente AMPI, l’Associazione Maestri Pasticceri Italiani, in occasione di Meet Massari Milano.

L’evento, che si è svolto all’Excelsior Hotel Gallia di Milano, ha visto i due pasticcieri impegnati a quattro mani in uno straordinario showcooking di una giornata, di fronte a una platea di professionisti e appassionati.

Al loro fianco sul palco Denis Dianin. In prima fila altri grandi nomi della pasticceria italiana, tra i quali Achille Zoia, Fabrizio Donatone, Vincenzo Santoro. E Vittorio Santoro, Direttore di CAST Alimenti.

Massari e Fabbri hanno voluto omaggiare la città di Milano, ricercando insieme ricette tipiche della tradizione, selezionando ingredienti locali, e presentandone la loro personale e originalissima interpretazione.

Interpretazioni di cui  avremmo anche voluto raccontarvi, con dovizia di particolari, visto che le ricette “cartacee” erano in possesso di tutti gli intervenuti all’interno di comode brossure, ma non nostro, ovvero di chi avrebbe voluto riportare il lato più tecnico di questa giornata.
La “stampa” dovrà purtroppo attendere l’ultima tappa del tour (fine settembre).

Massari ha scelto le “Pesche di Milano”, reinterpretate in chiave moderna, e il “Panfrutto”, una brioche al mascarpone e scorza d’arancia.
Fabbri ha invece presentato il famoso e milanesissimo “Pan Meini”.

“A Meet Massari Milano ho proposto due ricette, che ho individuato nella tradizione della città e che ho voluto reinterpretare, innovandole” dichiara Iginio Massari. “La Pesca di Milano, che in molti di noi suscita ricordi d’infanzia, è completamente rinnovata: i due tradizionali emisferi diventano uno, un dolce elegante e leggero, ripieno di crema pasticcera. Il Panfrutto, dolce lievitato, con frutta e mascarpone lombardo, dalla texture straordinaria, è una vera goduria. Se inizi la giornata con un Panfrutto, puoi contare su una giornata da sogno.”

“Insieme ad Iginio Massari abbiamo fatto uno straordinario lavoro a quattro mani per ricercare dolci della tradizione lombarda, ingredienti locali e reinterpretarli. È stata per me una grande soddisfazione.” racconta Gino Fabbri. “Il milanesissimo Pan Meini è una ricetta semplice, della tradizione, a base di burro, uovo, farina bianca e farina di mais, la cifra distintiva di questo biscotto. E poi la glassa, fondamentale per garantire croccantezza e piacevolezza al palato. Il profumo, infine, è dato dai fiori di sambuco, che abbiamo trovato freschi, grazie alla stagione. Come vuole la tradizione milanese, il biscotto viene degustato con la panna liquida. “

In definitiva una giornata interessante. Con una “dolce” conclusione.

Submit a Comment